Let's Sew!
Bentornata/benvenuta sul tuo Forum di Cucito!
Connettiti o registrati per partecipare al Forum

La modellistica dell'abbigliamento

Pagina 4 su6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: La modellistica dell'abbigliamento

Messaggio  gabzon il Dom Nov 13, 2011 11:28 am

Buongiorno a tutte. Sto valutando l'acquisto di qualche libro che vada ad integrare il mio corso di taglio e cucito (12 lezioni e sono quasi a metà corso ..) nel quale dovrei imparare a fare i cartamodelli col metodo Burgo, confezionare e cucire i capi. Ho il libro il Modellismo di Burgo che fornisce le indicazioni per realizzare i diversi cartamodelli (abbastanza semplice una volta capito il meccanismo), ma ora sto cercando qualche libro che mi fornisca indicazioni anche sulla confezione dei capi (da poter utilizzare per rinfrescare la memoria in futuro, quando il corso di cucito sarà un ricordo...).
Ho letto con molto interesse i vostri commenti sui diversi libri e sto valutando l'acquisto o dei 2 libri di modellistica integrata e fondamenti di confezione o dei 3 libri la modellistica dell'abbigliamento. Ma a questo punto ho dei dubbi:
- I libri di modellistica integrata e fondamenti di confezione, nella parte di confezione, sono adatti anche alla confezione sartoriale o solo a quella industriale?
- I libri la modellistica dell'abbigliamento trattano anche la confezione?
Grazie

gabzon
Utente
Utente

Messaggi: 40
Data d'iscrizione: 17.06.11
Età: 45
Località: Carbonia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La modellistica dell'abbigliamento

Messaggio  maryonn il Dom Nov 13, 2011 11:36 am

La modellistica dell'abbigliamento non tratta di confezione, ma solo di modellistica. Io ho anche i due volumi "Tecnologie della modellistica e della confezione". Trattano sia della confezione sartoriale che di quella industriale, comunque poi ho diversi libri che trattano solo di cucito e delle varie tecniche.
Penso che questo valga per me e per molte in questo forum. Che dire, i libri non sono mai troppi!

maryonn
Super Mani di Fata
Super Mani di Fata

Messaggi: 1870
Data d'iscrizione: 13.06.11
Età: 58
Località: Provincia di Treviso

Vedere il profilo dell'utente http://creazionidimarina.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: La modellistica dell'abbigliamento

Messaggio  gabzon il Dom Nov 13, 2011 12:09 pm

grazie!!

gabzon
Utente
Utente

Messaggi: 40
Data d'iscrizione: 17.06.11
Età: 45
Località: Carbonia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La modellistica dell'abbigliamento

Messaggio  MANUELA MONTISCI il Dom Apr 08, 2012 11:43 pm

Spoletta ha scritto:Carissime, io per creare i cartamodelli ho iniziato a studiare (da autodidatta) questi 3 libri di N. Ruggeri e S. Carvelli

1) La modellistica dell'abbigliamento - Vol. 1 Gonne - Pantaloni (447 pagine)
2) La modellistica dell'abbigliamento - Vol. 2 parte 1 - Corpini - Abiti - Capispalla (320 pagine)
3) La modellistica dell'abbigliamento - Vol. 2 parte 2 - Corpini - Abiti - Capispalla (229 pagine)

Sono libri per Istituti Professionali del settore moda e Istituti tecnici per la confezione.

Io li trovo ben fatti, chiarissimi e poi il cartamodello che costruisci non ha praticamente bisogno di modifiche.
Altra cosa importantissima è che non si ha bisogno di squadre speciali.
Ogni volume l'ho pagato 37000 Lire (all'epoca c'erano ancora le lire).
Li conoscete ?

study

Baci, baci

Ho acquistato il primo testo per caso e dopo averlo sfogliato ho deciso di acquistare i volumi successivi e, se sapessi dell'esistenza di altri testi degli stessi autori, magari qualcuno dedicato alla "correzione dei difetti di forma e figura" per la personalizzazione massima del capo, non esiterei a comprarli. Premetto che sono diplomata Modellista SITAM e non ho la chiusura mentale di affermare che il metodo Sitam sia l'unico o il migliore. Anzi direi che da quando sto applicando il "metodo Ruggeri-Carvelli", così come lo chiamo io, la prima prova del capo sulla persona è supersoddisfacente!!!!!! Con la squadra Sitam non avevo la stessa probabilità di riuscita al primo colpo. Quello che mi piace del metodo spiegato in questi testi è che mi sento realmente padrona di ogni singolo segno che faccio sulla carta velina con la matita e questo mi fa sentire "potente". Non mi piace più farmi guidare dalle squadre brevettate senza per esempio poter valutare la vestibilità in relazione alla pesantezza del tessuto... I metodi geometrici saranno certamente più "lunghi" ma a me danno molta più soddisfazione professionale...
Questo lavoro è la mia passione, sono pronta ad imparare il possibile ma tutto deve essere trasparente e non banalizzato dietro una squadra.
Qualcuna di voi è d'accordo con me??

MANUELA MONTISCI
Curiosa/o
Curiosa/o

Messaggi: 10
Data d'iscrizione: 06.04.12
Età: 38

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La modellistica dell'abbigliamento

Messaggio  MariaCarmen il Lun Apr 09, 2012 12:23 pm

Io ho appena comperato i libri "modellistica integrata e fondamenti di confezione", per il momento ho letto alcuni capitoli e mi sembrano comprensibili anche non avendo nozioni di base (avevo fatto 1/2 corso di cucito circa 35 anni)

MariaCarmen
Super Sartina/o Attiva/o
Super Sartina/o Attiva/o

Messaggi: 110
Data d'iscrizione: 30.08.11
Età: 51
Località: gottolengo (brescia)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La modellistica dell'abbigliamento

Messaggio  viviana58 il Lun Apr 09, 2012 3:52 pm

Ho anch'io tutti i volumi di Ruggeri-Cervelli.
Sono d'accordo nel definirli chiari, ma ho trovato dei problemi nel disegno della manica, principalmente in quella da aggiungere al corpino modellato, tira da matti. Ho poi trovato le modifiche del cartamodello quando la si deve montare su un corpino. Non capisco a cosa serva una manica se non per essere cucita ad un corpino, comunque non definiscono bene di quanti cm va abbassato il giro e le mie conoscenze non mi hanno permesso di superare "l'empasse". MI piacerebbe sapere se siete arrivate a quel punto e come lo avete superato

viviana58
Super Sarta/o
Super Sarta/o

Messaggi: 495
Data d'iscrizione: 26.09.11
Località: provincia milano

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La modellistica dell'abbigliamento

Messaggio  maryonn il Mar Apr 10, 2012 1:39 pm

viviana58 ha scritto:Ho anch'io tutti i volumi di Ruggeri-Cervelli.
Sono d'accordo nel definirli chiari, ma ho trovato dei problemi nel disegno della manica, principalmente in quella da aggiungere al corpino modellato, tira da matti. Ho poi trovato le modifiche del cartamodello quando la si deve montare su un corpino. Non capisco a cosa serva una manica se non per essere cucita ad un corpino, comunque non definiscono bene di quanti cm va abbassato il giro e le mie conoscenze non mi hanno permesso di superare "l'empasse". MI piacerebbe sapere se siete arrivate a quel punto e come lo avete superato


In effetti la parte riguardante la manica è un po' confusa. Ci sto lavorando anch'io, e non è facile.

maryonn
Super Mani di Fata
Super Mani di Fata

Messaggi: 1870
Data d'iscrizione: 13.06.11
Età: 58
Località: Provincia di Treviso

Vedere il profilo dell'utente http://creazionidimarina.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: La modellistica dell'abbigliamento

Messaggio  MANUELA MONTISCI il Mar Apr 17, 2012 4:17 pm

viviana58 ha scritto:Ho anch'io tutti i volumi di Ruggeri-Cervelli.
Sono d'accordo nel definirli chiari, ma ho trovato dei problemi nel disegno della manica, principalmente in quella da aggiungere al corpino modellato, tira da matti. Ho poi trovato le modifiche del cartamodello quando la si deve montare su un corpino. Non capisco a cosa serva una manica se non per essere cucita ad un corpino, comunque non definiscono bene di quanti cm va abbassato il giro e le mie conoscenze non mi hanno permesso di superare "l'empasse". MI piacerebbe sapere se siete arrivate a quel punto e come lo avete superato

Io da quel che ho letto e applicato della pagina 240 del volume 2 - parte I, non ho questi stessi dubbi perchè mi è capitato di confezionare dei modelli di magliette attillate sulle quali non ho effettuato l'abbassamento del giro manica di proposito. Questo perchè il tessuto che stavo lavorando era elasticizzato e mi andava a genio il fatto che la manica rimanesse molto aderente al braccio. Invece, ho fatto poi altri corpini, abiti e giacche in cui ho deciso di abbassare il giro sia sullo scalfo della manica che sul giro ascellare di alcuni cm. Io vario da un 2-3 cm per una maglia a 4-5 cm per una giacca, ma, se posso, cerco di non esagerare perchè rischio di confezionare una manica gigantesca. Con il metodo Sitam ci si abbassava sempre di 2 cm minimo per una qualsiasi manica e 3 cm per giacche e cappotti. Diciamo però che per trovare la formula più adatta bisognerebbe provare sulla persona un abbassamento minimo del giro ascellare del corpino per vedere come sta e se "stringe troppo" nei movimenti, poi si può provare ad abbassare di più e si disegna e si taglia la manica con le misure di abbassamento annotate nella prova del corpino. Queste modifiche le ho fatte anche su corpini senza maniche e, a maggior ragione annoto le modifiche sul capo in prova. E' troppo bello sperimentare.... bounce

MANUELA MONTISCI
Curiosa/o
Curiosa/o

Messaggi: 10
Data d'iscrizione: 06.04.12
Età: 38

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La modellistica dell'abbigliamento

Messaggio  viviana58 il Mer Apr 18, 2012 9:30 am

Ho annotato le tue osservazioni, come consigli giustamente le sperimenterò.

Avere in mano la situazione e conoscere le soluzioni dei difetti, dà grande soddisfazione, grazie!!!!

viviana58
Super Sarta/o
Super Sarta/o

Messaggi: 495
Data d'iscrizione: 26.09.11
Località: provincia milano

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

informazioni

Messaggio  alessandrasirigu il Mar Lug 17, 2012 3:58 pm

Ciao carissima, volevo avere un'informazione riguardo i libri.....si basano sul metodo geometrico o meglio crei abiti sulle tue misure? quindi son molto validi? li trovo in libreria?

Spoletta ha scritto:Carissime, io per creare i cartamodelli ho iniziato a studiare (da autodidatta) questi 3 libri di N. Ruggeri e S. Carvelli

1) La modellistica dell'abbigliamento - Vol. 1 Gonne - Pantaloni (447 pagine)
2) La modellistica dell'abbigliamento - Vol. 2 parte 1 - Corpini - Abiti - Capispalla (320 pagine)
3) La modellistica dell'abbigliamento - Vol. 2 parte 2 - Corpini - Abiti - Capispalla (229 pagine)

Sono libri per Istituti Professionali del settore moda e Istituti tecnici per la confezione.

Io li trovo ben fatti, chiarissimi e poi il cartamodello che costruisci non ha praticamente bisogno di modifiche.
Altra cosa importantissima è che non si ha bisogno di squadre speciali.
Ogni volume l'ho pagato 37000 Lire (all'epoca c'erano ancora le lire).
Li conoscete ?

study

Baci, baci

alessandrasirigu
Curiosa/o
Curiosa/o

Messaggi: 1
Data d'iscrizione: 17.07.12

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La modellistica dell'abbigliamento

Messaggio  giuly69 il Mar Lug 17, 2012 5:19 pm

Io li ho acquistati su internet ne sito della Mondadori:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
mi sono trovata molto bene e hai un certo risparmio e poi se li compri tutti e tre insieme hai il trasporto gratutito... io li ho ordinati di domenica e il martedì li avevo già ricevuti.

giuly69
Super Sarta/o
Super Sarta/o

Messaggi: 697
Data d'iscrizione: 19.12.11
Età: 45
Località: città della Moda

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La modellistica dell'abbigliamento

Messaggio  miriam66 il Mer Lug 18, 2012 11:23 pm

Io li ho comprati al Libraccio di seconda mano, ma è come se fossero nuovi. Essendo libri in uso nelle scuole professionali spesso gli studenti li rivendono. In questo modo si acquistano al 50% del prezzo di copertina.
Ciao.

miriam66
Curiosa/o
Curiosa/o

Messaggi: 15
Data d'iscrizione: 23.11.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Burgo o Ruggeri Carvelli?

Messaggio  Greta76 il Mer Ago 08, 2012 6:26 pm

ciao, è da mesi, o meglio anni, che dico che voglio comprare dei libri di modellistica e leggendo i vostri messaggi, mi sto convincendo sempre più. mi sarebbe piaciuto comprare il metodo Burgo, ma visto il prezzo, mi sono sempre un po' frenata chiedendomi se poi fossi stata in grado di utilizzarlo.ora leggo qui che anche i volumi di Ruggeri e Carvelli sono dei buoni testi.da dove mi consigliate di iniziare?Grazie!Greta

Greta76
Curiosa/o
Curiosa/o

Messaggi: 9
Data d'iscrizione: 12.11.11
Età: 37

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La modellistica dell'abbigliamento

Messaggio  ciel phantomhive il Dom Ago 12, 2012 6:54 pm

Su vostro consiglio ho acquistato il primo volume della Modellistica e dell'abbigliamento, e l'ho sfogliato due volte: i modelli di gonne sono bellissimi!!
però arrivata a pag 60, ho già i primi dubbi.. non capisco perchè far terminare la ripresa anteriore e quella posteriore rispettivamente a 5 cm e 7 cm dal livello del bacino.. sono valori predefiniti? study
e c'è una proporzione per gli interventi sulle riprese e sugli scarti (di cui si parla nell'unità 8 ) che rimane fissa o sono numeri "a caso"? Shocked

ciel phantomhive
Curiosa/o
Curiosa/o

Messaggi: 11
Data d'iscrizione: 11.08.12
Età: 22

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La modellistica dell'abbigliamento

Messaggio  sewing princess il Mar Ago 14, 2012 11:14 am

Ciao,
premetto che non ho lo stesso libro. Ma su quello che ho io viene spiegato che la ripresa davanti non dovra' mai essere superiore ai 9 cm. Per quella dietro: la lunghezza della ripresa dietro dovra' essere di 3 cm piu' corta rispetto alla misura dell'altezza fianco.
In genere la misura dell'altezza fianco (distanza tra il punto vita normale e il fianco) e' di 18 cm.

Come vedi ogni manuale spiega le riprese in maniera diversa...ma fondamentalmente ci sono delle misure standard perche' in genere il corpo umano e' simile. Ma ad esempio se hai molta pancia devi accorciare la ripresa davanti cosi' come se ne hai poca puoi allungarla.

Le riprese aiutano a compensare la differenza di larghezza tra la vita e i fianchi e la vita e il bacino. Se noti il corpo si allarga gradualmente. Se non mettessi la ripresa (puoi provare quando avrai tagliato il modello di prova o di carta) avresti un'eccedenza di stoffa nella zona tra vita e fianchi.

Per quanto riguarda l'ampiezza della ripresa e' una sottrazione tra la misura della vita e quella dei fianchi (con altre aggiunte e sottrazioni standard che vengono indicate sul libro).

ciel phantomhive ha scritto:Su vostro consiglio ho acquistato il primo volume della Modellistica e dell'abbigliamento, e l'ho sfogliato due volte: i modelli di gonne sono bellissimi!!
però arrivata a pag 60, ho già i primi dubbi.. non capisco perchè far terminare la ripresa anteriore e quella posteriore rispettivamente a 5 cm e 7 cm dal livello del bacino.. sono valori predefiniti? study
e c'è una proporzione per gli interventi sulle riprese e sugli scarti (di cui si parla nell'unità 8 ) che rimane fissa o sono numeri "a caso"? Shocked

sewing princess
Super Sarta/o
Super Sarta/o

Messaggi: 252
Data d'iscrizione: 21.06.11
Età: 40
Località: Piemonte

Vedere il profilo dell'utente http://bombardone.com/sewingprincess/

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 su6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

Permesso del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum