Let's Sew!
Bentornata/benvenuta sul tuo Forum di Cucito!
Connettiti o registrati per partecipare al Forum

2°ricetta: Le mie cozze gratinate

Andare in basso

2°ricetta: Le mie cozze gratinate

Messaggio  oti il Gio Dic 27 2018, 23:27

in origine questa ricetta l’avevo scritta per il Topic di brugola, qello sul pulire le cozze velocemente, poi sembrandomi difficilmente individuabile, ho pensato di trasferirla in un Topic tutto suo, mettendo nel Topic di brugola (non me ne voglia) il link a questo nuovo, così che il suo non ne rimanesse orfano.


Le mie Cozze Gratinate
cozze gratinate, con una mia variante un po' laboriosa, una volta quando l'ho usata per otto sacchetti da un chilo, di tempo ce n'è voluto. La modifica è nata, anni fa, causata dal fatto che un paio di cognate provavano un certo disagio a mangiare le cozze (mangiate senza remore in gioventù).


Normalmente per cozza gratinata si intende la singola cozza privata di una valva, cosparsa di pangrattato miscelato con gli ingredienti previsti dalla ricetta, pepe, olio, messa in teglia e infornata, la mia variante, quella che allunga i tempi, consiste, dopo averle fatte aprire nel modo consueto, nel tagliare le cozze, a pezzetti, rendendole irriconoscibili all'occhio, ma non al palato. Spezzettandole le lascio cadere in una marmitta di dimensioni adeguate.


In un contenitore a parte riduco in poltiglia mezzo spicchio d'aglio (mezzo o a piacere), cui aggiungo, amalgamando accuratamente man mano, poco alla volta il pangrattato, questo per distribuire uniformemente il profumo dell'aglio. Raggiunto il quantitativo previsto di pangrattato (che è meglio sia a grana fine), lo completo con prezzemolo tritato, parmigiano, ecc.


Al frantume di cozze aggiungo dell'uovo sbattuto, la cui quantità dipende dal quantitativo di cozze, ne devono essere appena inumidite, e non deve creare poltiglia. Subito dopo le cospargo con la miscela di pangrattato, anche qui la dose non deve essere esagerata, non si devono formare crostoni. Riempio le mezze valve scelte dal mucchio, cercando quelle più pulite e delle stesse dimensioni. Le sistemo nella teglia, con un cucchiaino aggiungo a ognuna un filo d'olio (EVO), una spruzzata di pepe e inforno (forno già bello caldo) fino a doratura.


Buone calde, non sono male nemmeno fredde, con la spezzettatura rimangono più condite e diventano più gustose.
Valuto che con un sacchetto da un chilo ne risultino 20÷25. Ho visto mangiarne 35 e fermarsi perché erano terminate.ciao, sandro
avatar
oti
Super Sartina/o Attiva/o
Super Sartina/o Attiva/o

Messaggi : 59
Data d'iscrizione : 02.08.17
Località : Como (provincia)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum